Ricette

Alternativa alla “Caprese”

Categorie:

Ecco una ricettina fresca e rapida, in alterntiva alla più che gettonata “Caprese”:

  • invece dei pomodori, pomodorini paquito
  • invece della mozzarella, formaggio Feta (greco)
  • arricchire con olive e capperi, a piacimento.

Condimento: olio d’oliva extra-vergine, sale e pepe della Vallemaggia.

E’ un piatto delizioso e saporito.

Provatelo e buon appetito a tutti, single compresi, che ne apprezzeranno il gusto, ma soprattutto la facilità e la rapidità di questa ricettina.

Gustosa e facile ricetta

Categorie:

Polpette di ceci

Lessate i ceci (oppure aprite una scatola di ceci già pronti), schiacciateli con la forchetta, aggiungete una cipolla tritata, sale pepe, prezzemolo (o altre erbe aromatiche), poco olio. Passate le polpette nella farina e friggetele nell’olio bollente. Si possono fare anche con i fagioli (in questo caso aggiungete un po’ di pane ammollato e strizzato), con le lenticchie o con il tofu. Se le fate piccoline potete usarle per fare degli spiedini con pomodorini, polpettine e zucchine grigliate.

Un tocco di sapore

Categorie:

PEPE DELLA VALLEMAGGIA

Da qualche tempo è in commercio un gradevole insaporente denominato Pepe della Valle Maggia. Consigliato per carne, pesce, insalata, riso, pasta, verdure, formaggio ecc. Il pepe nero, usato in questa confezione, nasce da una pianta delle Piperaceae, è originario dell’India del sud e oggi coltivato in modo estensivo nei paesi tropicali. Il pepe nero viene prodotto dal frutto acerbo della pianta di pepe, che viene sbollentato e seccato in appositi essicatoi. Il pepe viene poi sottoposto a lavorazione artigianale (pepe, vino bianco, spezie, spiritosi) nella Vallemaggia (Ticino), da cui trae il suo nome. La capitale e il mercato mondiale del pepe è a Kochi (in India) e recentemente il Vietnam è diventato il maggior produttore mondiale di questo saporito prodotto.
Non deve essere cotto.
Una volta aperto, è necessario tenerlo in frigo.
Ricettine veloci veloci:

• prendete un formaggino morbido, metteteci del pepe della Valle Maggia, un po’ di sale dell’Himalaya con delle erbette provenzali, un cucchiaino di olio extra vergine e del buon pane abbrustolito…..Semplice spizzichino per un aperitivo, un happy hour, un apericena…..insomma, nel caso, in cui avete un po’ di appetito, ma non volete o potete consumare un pasto.

• Avete preparato un buon pesce al vapore o al cartoccio? Bene, aggiungete, a cottura ultimata, un pizzico di pepe della Valle Maggia e tutto cambierà. Il vostro pesce sarà una vera leccornia!

Come detto, il pepe della Valle Maggia non deve essere cotto. Quindi se preparate un buon primo o secondo piatto, fate cuocere gli altri ingredienti, ma lasciate per ultimo il pepe della Valle Maggia, che spargerete all’ultimo momento prima di portarlo in tavola.

Un appunto sulla Valle Maggia: La presenza costante del fiume limpido e vivace, i casolari sparsi, le stalle nelle radure, le estese abetaie ed i vigorosi lariceti fanno della Valle Maggia una delle valli più suggestive del Canton Ticino nella Svizzera Italiana. La natura l’ha dotata di luoghi incantevoli.
Scoprite incantevoli paesaggi, partendo dal lago Maggiore, cioè da Locarno, raggiungendo cime di 3000 metri con viste spettacolari sul fiume Maggia.
Settecento chilometri di sentieri formano una fitta rete che permette di scoprire a piedi l’intera Vallemaggia.
Ripide pareti di roccia e dolci acque cristalline caratterizzano la Vallemaggia, un territorio verde e ricco di contrasti.

Qui è stato omologato il marchio di questo pepe particolare.

Crema di Lupini

Categorie:
crema di lupini

Ricettina veloce e deliziosa, perfetta per accompagnare qualsiasi piatto!! Può essere considerata una variante di maionese vegana.
Non contiene glutine, latticini e lievito.
Ingredienti:
lupini sbucciati – 100 gr
acqua o latte di soia o di riso – 40 gr
senape – 1 cucchiaio
succo di limone – q.b
paprika – q.b
olio, meglio se evo – q.b.
Procedimento:
• Sgucciate i lupini tenuti in ammollo e sciacquati per fargli perdere eventuale sale in eccesso e versateli nel mixer
• Unite i 40 gr di acqua o latte di soia o di riso, la senape, un pizzico di paprika, qualche goccia di limone e iniziate a dare una prima frullata.
• Dopo di che versate a filo dell’olio evo e continuate a frullare fino a quando non otterrete una crema densa e spumosa.
Semplice no? In pochi minuti avrete preparato una delizia sana per la vostra alimentazione e di conseguenza per la salute.

I lupini, infatti, sono un toccasana.
Buon appetito!

Spiedini vegetariani

Categorie:

Idea alternativa…….

Ingredienti per due persone

  • 1 zucchina
  • pomodorini 4
  • 1 peperone giallo
  • carciofini sott’olio 4
  • 1 ciuffo di salvia
  • cucchiai di olio extra vergine di oliva 2
  • Sale

Preparazione

Lava le verdure e tagliale in modo omogeneo: la zucchina a rondelle, il peperone a quadratini e i carciofi e i pomodori a metà. Infila alternando ogni pezzo in due lunghi spiedini oppure su 4 spiedini corti, finisci con le foglie di salvia. Fai scaldare una griglia e quando è caldissima adagia gli spiedini e cuoci per 10′ girando. Ogni tanto spennella con l’olio.

a cura di Roberta Schira.

Spaghetti alla Bottarga

Categorie:
spaghetti bottarga

Gli spaghetti con la bottarga sono un primo piatto saporito e speciale, di semplice e veloce preparazione. La bottarga, ricavata dalle uova di muggine di tonno, salate, essiccate e lasciate stagionare, è stata apprezzata da molte popolazioni. La bottarga è un prodotto di prima qualità. Provate questa ricetta e non ve ne pentirete!

Ingredienti
Bottarga di muggine a pezzo intero 80 gr
Pepe nero macinato q.b.
Olio extravergine d’oliva 5 cucchiai
Aglio 2 spicchi
Spaghetti 400 g
Prezzemolo tritato q.b. (facoltativo).

Preparazione: Lessate 400 gr di spaghetti in abbondante acqua non troppo salata. Nel frattempo, tagliate gli spicchi di aglio a metà e dorateli in una padella con l’olio, poi levate la padella dal fuoco e togliete l’aglio.

Se non ancora preparata, grattugiate la bottarga. Quando gli spaghetti saranno cotti ma sempre al dente, scolateli non completamente e versateli in padella; mescolate ed aggiungete 2/3 della bottarga grattugiata. Se vi piace aggiungete del prezzemolo tritato, del pepe nero macinato e infine un paio di mestoli di acqua di cottura. Mescolate bene il tutto, finchè la pasta non diventi cremosa .
Ponete poi gli spaghetti sui loro piatti da portata e completate il piatto con la bottarga rimasta. Servite ben caldo e…..buon appetito!