acqua di cocco polvere

L’acqua di cocco non è la soluzione a tutti i tuoi problemi, come la pubblicità cerca di farci credere, ma possiede alcune eccellenti qualità terapeutiche. La ricerca fatta sulle noci di cocco dimostra che l’acqua di cocco aiuta a mantenersi idratati durante un duro allenamento, può abbassare il colesterolo come lo fanno le medicine, aumenta la sensitività all’insulina e abbassa la pressione sanguigna.

L’acqua di cocco si trova in natura nelle giovani noci di cocco, contiene una varietà di minerali, vitamine, carboidrati, amminoacidi ed enzimi. Contiene una quantità minuta di acidi grassi in comparazione con il latte di cocco che si ricava grattugiando la polpa della noce di cocco. L’olio di cocco, un altro prodotto benefico per la salute, si ottiene dalla polpa delle noci di cocco mature.

In un articolo pubblicato nel periodico Molecules, i ricercatori chiamano l’acqua di cocco  “una bibita rinfrescante e nutritiva che è consumata da tutti per via della fatto che certe culture e credenze tradizionali sostengono che abbia una azione benefica sulla salute.”  In remote regioni l’acqua di cocco è usata per la reidratazione sia intravenosa che orale.

L’acqua Di Cocco È Famosa
L’acqua di cocco è famosa perché contiene gli elettroliti potassio e sodio, che sono importanti per mantenere l’idratazione ottimale nel corpo. Il potassio si trova in tutte le cellule del corpo, una delle sue funzioni principali è di attirare l’acqua dentro le cellule per mantenerle idratate. Il sodio si trova nel fluido extracellulare di tutte le cellule e anche la sua funzione è di attirare l’acqua dentro le cellule. Uno sbilancio di questi due minerali può causare problemi gravi d’idratazione e fatica delle surrenali.

L’acqua di cocco contiene una buona dose di vitamina C, magnesio, calcio, vitamine B, arginina, alanina, lisina, acido glutamminico e altre sostanze nutritive ed enzimi che hanno proprietà antiinfiammatorie. In 100 grammi di acqua di cocco ci sono circa 5 grammi di carboidrati, dei quali una metà è glucosio e l’altra fruttosio.

L’acqua di cocco ha ricevuto della pubblicità negativa per via della pubblicità aggressiva fatta dalle compagnie che la vendono e perché l’analisi della composizione chimica della marca più popolare di acqua di cocco ha dimostrato che conteneva circa la metà del sodio pubblicizzato nell’etichetta e il 75 percento del magnesio.

Errori nel contenuto di nutrienti nelle etichette sono comuni nell’industria alimentare, la preoccupazione con l’acqua di cocco è che sia pura o diluita, perché non dovresti usare solamente questa per ottenere tutte le sostanze nutritive necessarie. L’avvantaggio dell’acqua di cocco è che fornisce una quantità extra di elettroliti e antiossidanti durante l’allenamento, aiutando a mantenerti idratato e aiutando a mantenerti in salute.

Esercizio, Idratazione e Acqua di Cocco
Ricerche recenti hanno dimostrato che l’acqua di cocco ha la stessa capacità dell’acqua o delle bevande sportive con elettroliti, di rifornire le scorte di acqua nel corpo durante l’esercizio strenuo, mentre gli atleti credono che sia superiore all’acqua e alle bevande sportive con elettroliti.

Una delle ricerche più recenti pubblicata nel Journal of the International Society of Sports Nutrition non ha trovato una differenza statistica tra acqua, acqua di cocco e bevande sportive nella capacità di reidratare, nel battito cardiaco, nella pressione sanguigna o nella prestazione atletica durante 90 minuti di esercizio intenso in atleti. L’acqua di cocco ha risultato in un piccolo miglioramento nella ristorazione del volume sanguigno in comparazione con le altre due bevande. È possibile che gli effetti benefici sulla reidratazione e la prestazione atletica dell’acqua di cocco sarebbero più grandi se fosse usata regolarmente per un lungo periodo, non solamente una volta durante la ricerca com’è stata usata qui.

I ricercatori hanno notato che l’acqua di cocco sarebbe preferibile alle bevande sportive perché non contiene sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, o zucchero e gli elettroliti e le vitamine occorrono naturalmente non sono aggiunte. Per di più ha proprietà antiossidanti, aiuta a neutralizzare il tipo di ossigeno reattivo che è prodotto durante l’esercizio aerobico di lunga durata.

Le Proprietà Antiossidanti Dell’Acqua Di Cocco.
Gli antiossidanti contenuti nell’acqua di cocco, potrebbero essere la sua qualità più importante. L’acqua di cocco contiene una grande quantità di micronutrienti come ioni inorganici e vitamine che esaltano la capacita naturale antiossidante del corpo. Questi micronutrienti agiscono direttamente nel corpo neutralizzando i radicali liberi che danneggiano le cellule, o indirettamente aumentando la produzione di enzimi antiossidanti che aiutano a rimuovere i radicali liberi.

Questi ioni sono anche necessari nella conduzione dell’impulso elettrico nel corpo. Se gli elettroliti nel corpo sono sbilanciati, i muscoli non potranno contrarsi normalmente e la prestazione fisica sarà compromessa Quando questo succede, i reni cercano di ristabilire il bilancio tra elettroliti, eliminando più acqua per rimuovere l’eccesso di elettroliti, causando disidratazione.

Benefici Terapeutici Dell’Acqua Di Cocco.
L’acqua di cocco è usata regolarmente nella coltivazione industriale di piante perché i micronutrienti e le vitamine che contiene provvedono un ambiente favorevole alla crescita. In studi fatti sulla crescita cellulare, è stato scoperto che l’acqua di cocco ha proprietà anti invecchianti, anti cancro, e anti piastrine, il che significa che previene la formazione di coaguli nel sangue, e aiuta a mantenere la pressione sanguigna a livelli normali.

Una ricerca pubblicata nel 2008 nel periodico Food and Chemical Toxicology ha scoperto che dare l’acqua di cocco alle cavie di laboratorio abbassava il loro colesterolo e i loro lipidi come la sostanza medica lovastatin. Questo suggerisce che bere regolarmente l’acqua di cocco è una pratica alternativa alla prescrizione medica per abbassare il colesterolo e migliorare il livello lipidico specialmente in combinazione con dieta ed esercizio.

Una nuova ricerca pubblicata nell’Asian Pacific Journal of Tropical Medicine ha scoperto che dopo aver influenzato negativamente il metabolismo e aver alzato la pressione sanguigna dei topi di laboratorio dandogli una dieta ricca in fruttosio, un trattamento di acqua di cocco aveva dato risultati terapeutici. Dopo aver dato l’acqua di cocco ai topi di laboratorio per tre settimane, la loro pressione si era abbassata in maniera significante, il colesterolo e i lipidi avevano migliorato. L’insulina, il glucosio e i biomarcatori per l’infiammazione erano considerevolmente ridotti. Anche la salute del fegato migliorò.

L’Acqua Di Cocco È Una Bevanda Piacevole.

Per ottenere risultati migliori, scegli un’acqua di cocco che non ha zucchero o succo di frutta aggiunto, perché diventa più un succo di frutta che una bevanda idratante. Scegli acqua di cocco nella forma più pura e bevi quantità ragionevoli. Mi piace berla durante l’allenamento, ed è una buona scelta per chi ha problema a bere grandi quantità di acqua durante l’allenamento. Se scegli di non berla, usa un pacco di elettroliti in polvere senza carboidrati per ottenere un’idratazione similare.  Questo non vi darà i micronutrienti extra dell’acqua di cocco ma aiuterà a mantenerti idratato.

Bibliografia
Bhagya, D., Prema, L., et al. Therapeutic Effects of Tender Coconut Water on Oxidative Stress in Fructose fed Insulin Resistant Hypertensive Rats. Asian Pacific Journal of Tropical Medicine. 2012. 5(4), 270-276.

Sandhya, V., Rajamohan, T. Comparative Evaluation of the Hypolipidemic Effects of Coconut Water and Lovastatin in Rats Fed Fat-Cholesterol Enriched Diet. Food and Chemical Toxicology. 2008. 46(12), 3586-3592.

Kalman, D., Feldman, S., et al. Comparison of Coconut Water and a Carbohydrate-Electrolyte Sport Drink on Measures of Hydration and Physical Performance in Exercise-Trained Men. Journal of the International Society of Sports Nutrition. 2012. 9(1).

Yong, J., Ge, L., et al. The chemical Composition and Biological Properties of Coconut Water. Molecules. 2009. 14, 5144-5164.