PEPE DELLA VALLEMAGGIA

Da qualche tempo è in commercio un gradevole insaporente denominato Pepe della Valle Maggia. Consigliato per carne, pesce, insalata, riso, pasta, verdure, formaggio ecc. Il pepe nero, usato in questa confezione, nasce da una pianta delle Piperaceae, è originario dell’India del sud e oggi coltivato in modo estensivo nei paesi tropicali. Il pepe nero viene prodotto dal frutto acerbo della pianta di pepe, che viene sbollentato e seccato in appositi essicatoi. Il pepe viene poi sottoposto a lavorazione artigianale (pepe, vino bianco, spezie, spiritosi) nella Vallemaggia (Ticino), da cui trae il suo nome. La capitale e il mercato mondiale del pepe è a Kochi (in India) e recentemente il Vietnam è diventato il maggior produttore mondiale di questo saporito prodotto.
Non deve essere cotto.
Una volta aperto, è necessario tenerlo in frigo.
Ricettine veloci veloci:

• prendete un formaggino morbido, metteteci del pepe della Valle Maggia, un po’ di sale dell’Himalaya con delle erbette provenzali, un cucchiaino di olio extra vergine e del buon pane abbrustolito…..Semplice spizzichino per un aperitivo, un happy hour, un apericena…..insomma, nel caso, in cui avete un po’ di appetito, ma non volete o potete consumare un pasto.

• Avete preparato un buon pesce al vapore o al cartoccio? Bene, aggiungete, a cottura ultimata, un pizzico di pepe della Valle Maggia e tutto cambierà. Il vostro pesce sarà una vera leccornia!

Come detto, il pepe della Valle Maggia non deve essere cotto. Quindi se preparate un buon primo o secondo piatto, fate cuocere gli altri ingredienti, ma lasciate per ultimo il pepe della Valle Maggia, che spargerete all’ultimo momento prima di portarlo in tavola.

Un appunto sulla Valle Maggia: La presenza costante del fiume limpido e vivace, i casolari sparsi, le stalle nelle radure, le estese abetaie ed i vigorosi lariceti fanno della Valle Maggia una delle valli più suggestive del Canton Ticino nella Svizzera Italiana. La natura l’ha dotata di luoghi incantevoli.
Scoprite incantevoli paesaggi, partendo dal lago Maggiore, cioè da Locarno, raggiungendo cime di 3000 metri con viste spettacolari sul fiume Maggia.
Settecento chilometri di sentieri formano una fitta rete che permette di scoprire a piedi l’intera Vallemaggia.
Ripide pareti di roccia e dolci acque cristalline caratterizzano la Vallemaggia, un territorio verde e ricco di contrasti.

Qui è stato omologato il marchio di questo pepe particolare.